Life | Alice Zelaschi: otto luoghi comuni (e sbagliati) sui levrieri

alice-zelaschi2

È successo circa due anni fa, quando una cliente chiamò Alice Zelaschi, Presidente e Co-Fondatrice dell’associazione sportiva dilettantistica 4 Zampe Arcobaleno, dicendole di aver preso con sé un Greyhound rescue, reduce dalle corse in Irlanda, e che non ne voleva sapere di salire in macchina. “Iniziammo le lezioni, ed ecco che i miei occhi cominciano a guardare con occhi diversi i levrieri.” confida Alice, che prima di allora li aveva visti come dei cani troppo magri “Sembrano delle statue, proprio non mi piacciono!“Ma… “Era forse l’unica razza di cani che non mi piaceva, non li conoscevo bene, ma guarda un po’ il destino che cosa aveva in serbo per me…“.

Una storia dolcissima, specialmente se come Alice avete un cuore grande e amate gli animali a quattro zampe!

Ed ecco qui gli otto luoghi comuni (e sbagliati) sui levrieri:

alice-zelaschi4

alice-zelaschi5

1.Bastano pochi minuti di passeggiata al giorno. Falso

“Dopo una corsa sfrenata si stancano velocemente, ma è anche vero che una buona passeggiata, possibilmente in contesti naturali, è sempre gradita! I levrieri infatti sanno essere ottimi dormiglioni, tanto che quando piove sollevano appena il muso per guardare fuori e tornano immediatamente a dormire; allo stesso tempo però sono sfrenati corridori, perlustratori di boschi e abili in molte attività. Tutto sta nel spiegar loro le cose in modo corretto e trovare la chiave per accedere alle loro emozioni e ai loro desideri.”

2.Non ingrassano. Falso. 

“In realtà i miei cani e molti altri levrieri che ho avuto modo di incontrare ingrassano! La differenza sta in cosa gli proponiamo da mangiare: se gli proponiamo solo crocchette probabilmente non saranno particolarmente stuzzicati e perciò mangeranno poco, ma se la dieta comprende vari sapori, tra i quali, frutta, verdura, carne, pesce, formaggio, riso, pasta, è difficile che non finiscano il pasto. Anzi spesso ne chiedono dell’altro e, se abbondate, mettono su un po’ di chili. Perciò è vero che bruciano molto velocemente ma ingrassano come gli altri se mangiano troppo e fanno poco movimento.”

3.Loro sono la prova vivente e esplicita che con la forza e la coercizione non si ottiene niente. Perché?

“Perché vanno in freezing. Quando qualcosa non gli aggrada, gli fa paura o semplicemente non la vogliono fare, si immobilizzano e chiudono la porta di accesso alla loro sfera emotiva. Per un attimo sono felici come una Pasqua, e il secondo dopo  sono bloccati dalla paura o feriti profondamente nei loro sentimenti. Ma a saperli prendere nel verso giusto si aprono come fiori che sbocciano in primavera e mostrano il loro lato migliore.”

4.Sono estremamente delicati.

“La loro pelle è molto sottile e perciò si feriscono facilmente; è vero che per ogni minima cosa fanno una tragedia ma è anche vero che sanno cambiare stato emotivo (se non si sono fatti realmente male). Potrà succedere che, correndo, inciampino, si facciano male e piangano per il dolore o zoppicchino facendo un’espressione da cane che sta per essere fucilato, però poi nell’arco di due secondi possono riprendere a correre come se niente fosse successo.”

5.Hanno più freddo di altri cani e devono portare sempreil cappotto?

“E’ vero e falso insieme. Sono freddolosi, d’inverno amano accucciarsi sotto le coperte o davanti a un caminetto acceso. Ma attenzione a valutare bene quando hanno freddo e quando hanno paura. Il tremare può essere sintomo di entrambi, e mettergli il cappotto in quel momento a volte può essere fonte di ulteriore stress. Perciò valutate sempre molto bene la situazione!”

alice-zelaschi6

6.Non sono cani che possono stare liberi senza guinzaglio. Falso

Possono stare senza guinzaglio, ed è bellissimo insegnar loro, con le giuste accortezze, la libertà. Per cani che hanno bisogno di correre è davvero un aspetto essenziale, ma non c’è solo la condizione fisica che viene a essere soddisfatta. Infatti, quando il cane è libero, è messa alla prova la vostra relazione. Si mette in gioco la fiducia, la capacità di gestione solo con emozioni, voci, movimenti. E’ importante farlo valutando molto bene la situazioni, e avendo delle accortezze che un educatore sarà in grado di mostrarvi.

7.Sono cani speciali. Vero e falso.Sono speciali come lo sono tutti gli altri, solo con caratteristiche diverse.

8.Collare o pettorina. Assolutamente consigliata pettorina ad H. Il collare può provocare gravi danni. Al di là dei danni fisici, pensateci! Perché tenere per il collo (una parte molto sensibile) quando in commercio esistono pettorine che avvolgono il cane dando una sensazione completamente diversa?! A voi piacerebbe passeggiare con qualcuno che vi tiene per il collo?

alice-zelaschi7

Per concludere, Alice ribadisce che “i levrieri sono meravigliosi dormiglioni, instancabili perlustratori di boschi, assaggiatori di bocconcini di professione, imbranati a volte ma anche molto abili, molto emotivi e l’emozione li blocca ma dove si toglie – per così dire – il tappo, ecco che sanno fare delle cose davvero incredibili!“.

E come si fa a non adorarli ?

Per altre curiosità ed informazioni: http://4zampearcobaleno.com/?page_id=129

 

Credits Images Courtesy Zelaschi Press. 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s